In evidenza on line
PROSSIMA ESCURSIONE
27 maggio, sabato
Pollone (Biella)
Parco della Burcina, l'apoteosi dei rododendri giganti. Giardino botanico di Oropa
maggiori approfondimenti

Progetto
"ORCHIDEE DEL PIEMONTE"
Atlante e guida
collegati al link



REVUE VALDOTAINE D’HISTOIRE NATURELLE

è on - line il n° 70 del 2016
vai alla pagina di download



BULLETIN DELLA SOCIETE DE LA FLORE VALDOTAINE
DAL N°1 DEL 1902 AL N°28 DEL 1974
e della
REVUE VALDOTAINE D’HISTOIRE NATURELLE
DAL N°29 DEL 1975 AL N°70 DEL 2016
vai alla pagina di download


Flora Vascolare della Valle d'Aosta
aggiornamenti 2016
sono disponibili gli aggiornamenti del Repertorio e della relativa Bibliografia


Il Socio Maurizio Broglio
ha realizzato una App per
Tablet e iPhone sulle aree
protette della valle d'Aosta.
L'applicazione può essere
scaricata su App Store
Iscrizioni S.F.V.
E' possibile associarsi alla
Société de la Flore Valdôtaine
tramite questo link


Per maggiori informazioni:
Email info@sfv.it
Tel. +39 0165 361089
Fax +39 0165 361089

Orari della segreteria:
il martedì dalle 9 alle 12,
il sabato dalle 9 alle 11.

REVUE VALDÔTAINE D'HISTOIRE NATURELLE
Periodico edito dalla Société de la Flore Valdôtaine - Via De Tillier 3, Aosta

1.     La Revue Valdôtaine d’Histoire Naturelle pubblica, in italiano o francese, articoli o brevi note originali a carattere scientifico, riguardanti gli aspetti naturalistici della Valle d’Aosta. I contenuti del periodico sono estesi anche agli studi effettuati in altre zone alpine, purchè su argomenti aventi attinenza con la regione valdostana. Per lavori i cui contenuti possono avere un interesse di respiro internazionale, a discrezione della redazione può essere accettato l'uso della lingua inglese purché l'articolo sia corredato da ampi ed esaurienti riassunti in lingua italiana e francese.

2.     I contributi devono pervenire alla redazione entro il 31 dicembre di ogni anno, al seguente indirizzo: dott. Maurizio Bovio, Société de la Flore Valdôtaine, Via J. B. De Tillier 3, 11100 Aosta (e-mail: info@sfv.it). La collaborazione è aperta a tutti. Viene comunque data priorità di pubblicazione ai membri della Société de la Flore Valdôtaine.

3.     I lavori presentati sono valutati da referees esperti nei vari campi delle Scienze Naturali e, in rapporto ai loro suggerimenti, sono accettati, ritornati agli Autori con proposte di modifica o respinti, con decisione di esclusiva competenza del Comitato di Redazione.

4.     La stampa è gratuita, ad eccezione delle spese relative ad eventuali immagini a colori od a tavole ripiegate eccedenti le normali dimensioni della rivista. I lavori, di lunghezza non superiore alle 30 cartelle dattiloscritte, devono essere inviati in duplice copia, obbligatoriamente accompagnati da una copia memorizzata su CD oppure inviata via e-mail (programmi del pacchetto Microsoft Office).

5.     Sulle copie dattiloscritte deve essere indicata l’esatta posizione delle figure e delle tabelle. Queste, che devono avere un esplicito riferimento nel testo, sono da numerare progressivamente, in due sequenze separate, una per le illustrazioni ed una per le tabelle, e accompagnate dalle relative didascalie riportate su foglio a parte. Per quanto riguarda le figure e le tabelle, gli Autori devono tenere ben presenti, ai fini della loro leggibilità, le dimensioni a cui saranno ridotte nella fase di impaginazione.

6.     Gli articoli devono essere strutturati secondo la seguente sequenza: Titolo - Nome e cognome dell’Autore - Indirizzo dell’Autore - Riassunto in lingua inglese (comprensivo del titolo) - Indicazione delle key words (in inglese, massimo di quattro) - Testo (cenni introduttivi illustranti le finalità dello studio, indicazione dell’area di studio e dei metodi, presentazione dei risultati e loro discussione) - Ringraziamenti - Bibliografia - Riassunti in lingua italiana e francese (per primo quello della lingua usata nel testo, l’altro comprensivo del titolo).

7.     Le citazioni bibliografiche nel testo vanno indicate secondo il sistema del binomio autore/data, come da esempi che seguono. Discorsive all’interno del testo: Focarile (1978); Giardino e Mortara (1999); Piervittori et al. (2001). Per inciso o a fine frase: (Marra, 2001).

      Le citazioni nel capitolo Bibliografia devono conformarsi ai seguenti esempi, con indicazione per esteso dei titoli dei periodici:

·  Focarile A., 1975. Ricerche preliminari sulla entomofauna della brughiera alpina a Arctostaphylos uva-ursi in Valle d’Aosta. Revue Valdôtaine d’Histoire Naturelle, 29: 106-124.

·  Bocca M., Grimod I., Ramires L., 1996. Fauna delle Alpi. I vertebrati della Valle d’Aosta nel loro ambiente. Quart: Musumeci. 197 p.

·  Patriarca E., Debernardi P., 1999. Dieta di Civetta capogrosso Aegolius funereus nel Parco Nazionale Gran Paradiso in periodo tardo primaverile ed estivo. Considerazioni su disponibilità e selezione dei mammiferi-preda. Atti X Convegno ital. Ornitologia (Caorle, 1996). Avocetta, 23 (1): 105.

·  Siniscalco C., Montacchini F., 1994. Influenza delle strade sulle comunità vegetali in ambiente alpino. In: Ferrari C., Manes F.,  Biondi E. (a cura di): Alterazioni ambientali ed effetti sulle piante. Bologna: Edagricole (p. 222-240).

      Per altri esempi, si veda la rubrica “Rassegna bibliografica” pubblicata su questa rivista.

8.     Gli Autori sono tenuti ad una accurata e sollecita revisione delle bozze di stampa, limitando le correzioni ai soli errori tipografici. A ciascun Autore verrà inviato, in luogo degli estratti cartacei, un file in formato PDF (Portable Document Format) del lavoro pubblicato.

 
 

Direttore responsabile: 

Maurizio BOVIO

 

Redazione:                 

Maurizio BROGLIO, Vanna DAL VESCO, Giovanni MAFFEI, Maurizio BOVIO

 

Consulenti editoriali:       

Dott. Giovanni BOANO - Museo Civico di Storia Naturale di Carmagnola
Dott. Paolo CASTELLO - Comitato Scientifico Museo Regionale di Scienze Naturali « Efisio Noussan »
Prof. Philip DELINE - Université de Savoie
Prof. Philippe KÜPFER- Université de Neuchâtel
Prof. Consolata SINISCALCO - Università di Torino
Prof. Pietro PASSERIN D’ENTRÈVES - Università di Torino